Vice Ministro Merlo: “NESSUNA DISCRIMINAZIONE TRA ITALIANI”

Il Sottosegretario agli Esteri, Sen. Ricardo Merlo, fondatore e presidente del Maie interviene lapidario contro ogni forma di discriminazione realizzata attraverso possibili “canali prioritari” rivolti ad italiani nati in Italia a svantaggio di italiani nati all’estero.

Roma – É durante un incontro diplomatico con l’ambasciatore italiano in Brasile che il Sottosegretario agli Esteri, Ricardo Merlo, è tornato sul tema della cittadinanza. Argomento fondamentale per gli italiani che vivono o risiedono all’estero.

In quasi tutti i consolati esiste un “canale rapido” dedicato all’esame delle pratiche di cittadinanza per i figli maggiorenni di cittadini italiani presso la circoscrizione consolare di riferimento. A questo proposito sembrerebbe che ci siano alcune segnalazioni inquietanti da parte di rappresentanti di Comites che farebbero riferimento a una possibile discriminazione fra italiani nati in Italia e italiani nati all’estero.

Senatore ricardo Merlo, Sottosegretario agli Esteri

Il Viceministro Merlo ha prestato molta attenzione a queste segnalazioni ed ha voluto ribadire fortemente che  non può esistere alcuna differenza tra italiani, ovvero il trattamento che viene riservato agli italiani nati in Italia e quello che si applica  agli  italiani nati fuori dai confini nazionali deve essere identico.

Non possono esistere in alcun modo differenze di trattamento nei Consolati tra italiani nati in Italia e italiani nati all’estero. Siamo tutti figli della stessa madre, la nostra Patria. Il canale prioritario per l’esame della pratica di cittadinanza  deve valere per tutti i cittadini italiani, senza alcuna discriminazione”. Afferma Merlo e acora una volta dimostra la sua grande attenzione per questo tema che interessa migliacci di italiani residenti all’estero.

marco maria scotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *