Viveministro Ricardo Merlo y Ambasciata aseguran Servicios Consolares en Chile

Il Viceministro Ricardo Merlo concorda con l’Ambasciatore Mauro Battocchi una linea per fornire al maglio i servizi consolari. Il commento positivo del Presidente del Comites Claudio Curelli

Il Presidente del Comites Claudio Curelli (a sinistra) con il senatore Ricardo Merlo

Santiago – Con un rapido e risolutivo  intervento il Viceministro agli Esteri senatore Ricardo Merlo ha potuto garantire la continuità dei servizi consolari nell’Ambasciata d’Italia di Santiago del Cile.

Dopo una breve conversazione con l’Ambasciatore Mauro Battocchi, si sono risolti tutti i problemi realativi ad alcuni servizi consolari che maggiormente vengono toccati dalla scarsitá di personale che colpisce le sedi diplomatiche in tutto il mondo.

Cosí ancora una volta il fondatore e Presidente del Maie é riuscito a tener fede alla promessa fatta agli elettori durante l’ultima campagna elettorale con cui si era compromesso a difendere e migliorare, dove possibile, i numerosi servizi consolari che le ambasciate italiane devono offrire agli italiani.

Così come si legge sul suo Tw:

L’obbiettivo è sempre quello di poter sveltire le pratiche dando a tutti coloro che necessitano di questi servizi la possibilità di ottenere i documenti nei tempi e nelle condizioni migliori possibili.

Del resto una delle novià importanti di questo governo Conte è proprio dare spazio per poter dare rilievo ai quasi cinque milioni di italiani residenti fueri del Paese.

Inizieremo a lavorare sui problemi reali che sappiamo esistere, non dobbiamo imparare, sappiamo quello che sono e ora cercheremo di risolverli“, ha spiegato Merlo in una intervista all’ANSA.

Il Presidente del Comites Cile, Claudio Curelli, ha commentato con molto entusiasmo l’intervento del Viceministro che ha permesso i superare i possibili problemi amministrativi: “Siamo lieti creare le sinergie tra le istituzioni in favore del cittadino italiano ed italocileno che risiede in Cile”.

marco maria scotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *