Ricardo Merlo riconfermato Sottosegretario agli Esteri: riconosciuto il suo lavoro nel primo Governo Conte

Continua il lavoro del Senatore Ricardo Merlo, dopo la sua riconferma alla Sottosegretaría degli Esteri: “Continueremo a lavorare per gli italiani nel mondo, la linea sarà quella impostata durante questi 14 mesi alla Farnesina

Roma – Una riconferma meritata quella del Senatore Ricardo Merlo alla Sottosegreteria degli Esteri. La dimostrazione che il lavoro compiuto in tutti questi mesi passati a fianco del Presidente Giuseppe Conte, a difesa dei diritti degli italiani all’estero, é stato proficuo e degno di essere proseguito.

Il Sottosegretario Ricardo Merlo con il Premier Giuseppe Conte

Il questo modo il lavoro che ha incominciato col precedente governo  Conte, e che lo ha visto in prima fila per la difesa dei diritti degli italiani all’estero, potrà essere potenziato. Ricardo Merlo (fondatore e presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero), si é distinto per l’impegno infuso nel potenziamento dei Servizi Consolari sparsi in tutto il mondo per le distinte necessità degli italini residenti all’estero.

Nel nuovo Governo, gestito dallo stesso Presidente Giuseppe Conte, fanno parte: Luigi Di Maio Ministro, Marina Sereni (Pd) e Emanuela Del Re (M5S) Viceministri, Manlio Di Stefano e Ricardo Merlo Sottosegretari.

Ricardo Merlo si é sempre  contraddistinto come politico. Sin dal suo ingresso in politica che lo ha caratterizzato per la quantitá di voti che ha ricevuto giá nella sua prima candidatura e che é sempre aumentatata. A questo proposito é interessante ascoltare l’intervista rilasciata a Radio Perché, @radioxke.cl, in occasione della fondazione del suo movimento Maie in Chile.

L’allora Deputato Ricardo Merlo urante l’intervista con il direttore di @radioxke

Grazie a questa sua capacitá di coinvolgere gli italiani all’estero,ottenendo sempre piú assensi, puó oggi ricoprire il ruolo di Sottosegretario rappresentando il primo rappresentante del Sud America a ricoprire un ruolo incisivo in un governo.

Una prova che non solo il suo operato é stato ben valutato ma soprattutto che é stata riconosciuta la sua capacitá di stare fra la gente, come portavoce delle loro esigenze. Nel precedente governo si é distinto per molte battaglie politiche, fra cui la sua ferma presa di posizione contro ogni possibile discriminazione fra italiani nati in Italia e italiani nati all’estero.

Non possono esistere in alcun modo differenze di trattamento nei Consolati tra italiani nati in Italia e italiani nati all’estero. Siamo tutti figli della stessa madre, la nostra Patria. Il canale prioritario per l’esame della pratica di cittadinanza  deve valere per tutti i cittadini italiani, senza alcuna discriminazione”, aveva affermato in quell’occasione.

Merlo è nato a Buenos Aires nel 1962. Laureato in Scienze politiche presso l’Università di Salvador, ha completato i suoi studi in Italia all’Università di Padova.È stato eletto deputato per la prima volta nel 2006 alle elezioni politiche italiane mentre nel 2007 ha fondato il MAIE con il quale è stato rieletto come deputato alle politiche del 2008 e 2013. Dal 2018 è senatore della Repubblica.

Recentemente ha ricevuto una alto riconoscimento da parte del Governo Svedese. Si tratta del titolo di Commendatore.

Sicuramente una presa d’atto importante da parte della Svezia sul lavoro che ha svolto in tutti questi anni come politico.

Tuttavia non sono mancate le critiche alla riconferma. L’ex onorevole Fabio Porta ha manifestato molte perplessitá sostenendo che l’incarico ricoperto dal senatore Merlo doveva essere gestito dal suo partito, il Pd. L’ex deputato, da sempre antagonista di Racardo Merlo, ha sottolineato in un’intervista rilasciata  al diario portoghese “Insieme” che il grande assente é proprio quel trasformismo politico di cui si é tanto parlato.

marco maria scotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *